L’ho promesso ieri, tra le pagine dei miei commenti, ed eccomi qui, alle 17h in punto, ad offrirvi un tè, comprato a Parigi, in uno dei quartieri storici della capitale francese. Si chiama VADROUILLE, parola che indica il vagare senza meta. È un tè nero, aromatizzato con scorze di  arance, mele, cannella, chiodi di garofano e altre spezie che non riesco a identificare.

Ve ne preparo una tazza, lasciando il filtro in infusione per almeno cinque minuti. E nell’offrirvi questo mélange di aromi esotici, vi lascio un nipponico pensiero.

Primavera

Dilegua l’eco della campana del tempo:

persiste la fragranza dei fiori.

Ed è sera.

Matsuo Basho

Annunci