Specchio specchio delle mie brame… chi è la più bella del reame?

No, no, no, c’è un problema. Non è questa la domanda che porrei allo specchio magico questa notte. Per nulla! Perché tra le mie brame, tra i miei desideri più intensi, ce n’è uno che non riguarda la bellezza, né i sentimenti. Ma piuttosto un progetto da costruire con gli anni. Forse da realizzare quando sarò vecchia. Dopo che sarò diventata ricca e che avrò aggiunto alla mia ricchezza quella di un marito facoltoso. Oppure da realizzare nella prossima vita. O nella prossima ancora. Chissà!

C’è qualcosa che mi piacerebbe avere. Qualcosa che risuona del canto delle cicale, che profuma di erbe fresche e dove in sottofondo rieccheggia una musica spagnoleggiante.

Vorrei una casa in stile coloniale messicano. Di quelle con il patio sul retro, con la fontana al centro del giardino, il porticato fiorito, dove i colori hanno le sfumature della terra. Legni massicci, tende rosso intenso, gerani profumati ai balconi delle finestre. Un’amaca che dondola tra gli alberi, sombreri appesi alle pareti, soffitti attraversati da travi di legno. Una casa chiassosa, abitata da una famiglia numerosa.

Specchio specchio del mio reame, avrò mai la casa delle mie brame?

Ma dormo già, e questo non è che un sogno…

Solo un sogno...

Solo un sogno...

Annunci