kokeicha © 2010

kokeicha © 2010

E così dentro il mio metaforico uovo di cioccolato amaro, anche quest’anno ho comunque trovato una bella sorpresa. Tutta presa dal mio mare, avevo quasi scordato il colore delle mie montagne. È lì che mi hanno portato il vento e le risate di amici tornati da un tempo lontano eppure immutato.

Abbagliata dai riflessi del mare, avevo del tutto dimenticato quando sono belle le mie montagne.

Ralph Gibson © All rights reserved

Ralph Gibson © All rights reserved

È stato come nel film. Quando al telefono la rossa tutto pepe sente la voce del suo miglior amico di certo non si aspetta di ricevere QUELLA notizia. Non può che seguire il tonfo della caduta. Nel film come nella vita.

E così mentre la mia voce ripeteva “Sono contenta, davvero tanto contenta per te” nella mia mente continuavo a ripetermi “Non può essere vero!”. Certo sono contenta per lui, si merita tutta la felicità di questo mondo. E io da miglior amica ne so qualcosa. Ma questa è la seconda volta che mi fa soffrire, nel corso della nostra amicizia. Non che mi abbia spezzato il cuore, ma questo suo raggio di felicità non mi fa stare bene. Fragilità umana…

Quando ormai più di dieci anni fa mi disse che era meglio restassimo amici feci uno sforzo sovrumano per riuscirci. Nel frattempo poi nella mia vita sono passati un fidanzato ufficiale e tre storie d’amore. Ciò non toglie che oggi questa cosa mi faccia stare male, dannatamente male.

In dieci anni c’era stato il tempo di avere atteggiamenti affettuosi e vagamente ambigui, e se io stavo cercando una mia strada, per conto mio, ora lui ha trovato la sua, per conto suo. Non ha nessuna intenzione, sembra, di dimenticarsi di me come amica. Sono io che ho deciso che questo legame, almeno per ora, non è più possibile. E troppi ricordi vengono a galla, chiedono spiegazioni. Ma ho già imparato a mie spese che per questo genere di cose non ci sono spiegazioni possibili.

Non ho intenzione di fare come nel film. Nessun ultimatum. Nessuna riconquista. Anche perché non saprei proprio cosa riconquistare. Non c’è scelta drammatica da compiere: o me o lei. Decido io, per entrambi. Questa amicizia non s’aveva da fare.

Peccato! Avrei voluto essere in grado di dargli consigli da amica, da donna. So che ne avrebbe avuto bisogno. Essere lì, semplicemente, come ho sempre fatto, come lui ha fatto. Ma credo che tutto questo vada al di là delle mie capacità. Non sono così forte. Quindi opto per la ritirata. Silenziosa.

Addio, caro mio migliore amico.

P.S. Caro amico, so che non riuscirò a tagliare i ponti, troppo è il bene che ti voglio. E parolo solo di bene… Ma permettimi di prendere un po’ le distanze, perché se non voglio soffrire, è ancora più vero che non voglio ferire te, in questo che è il tuo momento. Sii felice, senza paura e senza remore. Io sarò come in viaggio, presente, ma un po’ lontana. Perché sai, certe cose, a volte, non cambiano mai… Grazie di esserti preso cura di questo cane randagio per così lungo tempo.

Apple © thedeadmanwalking.deviantart.com

Apple (Detail) © thedeadmanwalking.deviantart.com

Sono rimasta di stucco, lo ammetto, quando l’antipaticissimo fidanzato di una simpaticissima amica, ormai mezzo sbronzo, di fronte a tutti mi ha guardata negli occhi chiedendomi: “Ma com’è che tu non sei fidanzata ?” Sì, perché ci conosciamo da un decennio, e ci ignoriamo con tacito accordo da allora. E questo suo cruccio, pronunciato con il tono incredulo di chi non sa trovare una spiegazione, mi ha colpito ancora di più.

Ridendo e scherzando, ho risposto come al mio solito, con una battuta, ma non ho potuto fare a meno di chiedermelo. Già, com’è che io non sono fidanzata? Dall’ultimo deludente fidanzato alle uscite sgangherate che sono seguite, ormai sono sola da un po’.

Ho riso, alzato le spalle e con un gran gesto ho replicato “Sai com’è! Ma a chi la consiglieresti una come me?”  Ma lui aveva già perso il filo dei suoi pensieri, ed io non mi aspettavo una risposta.

E così ho continuato a sorseggiare il mio cocktail abbozzando un sorriso a due tipi seduti poco più in là…

Goodbye © leahesque.deviantart.com

Goodbye © leahesque.deviantart.com

Domani riparto. Ancora. Due settimane per completare il trasloco, per salutare gli amici, dire ‘Au revoir !’ al mio quartiere, al mio vecchio ufficio, al mercato della frutta. Quelle che erano diventate le mie abitudine cominciano già a mancarmi, in attesa di crearne delle nuove. Porto con me un libro, per sentirmi meno sola. Programmo l’ultima notte a casa di un’amica, la mia migliore amica. E l’ultima cena, con la mia seconda famiglia. Dirò loro che è solo un arrivederci, un au revoir, un hasta luego, un see you soon.

Tutto quel mio  mondo mi mancherà da morire.

Non lasciarti sgomentare dagli addii. Un addio è necessario prima che ci si possa ritrovare. E il ritrovarsi dopo momenti o esistenze, è certo per coloro che sono amici…

R. Bach

Alla fine le metto in valigia. Non perché non possa trovarne anche lì, al mio rientro, ma perché è un po’ come portarmi dietro un pezzo di casa. Qualche bustina di tè verde al bergamotto, per non dimenticare le chiacchierate pomeridiane che lo accompagnavano. Riporto a casa un’ustione in via di guarigione, un bernoccolo sulla testa, un’amica che pensavo perduta e che ho voluto recuperare, tanti abbracci. Qualche speranza… ma si fa finta di non vederla, per non illudersi.

La cosa più bella? Le amiche di sempre, il mio migliore amico. È bello vedere come crescendo restino sempre parte della mia vita.

lil chef © by life enjoyers (http://life-enjoyers.deviantart.com)

lil chef © by life enjoyers (http://life-enjoyers.deviantart.com)

È capitato di rado, in questi ultimi mesi, che avessi le energie per organizzare cene a casa con gli amici. Questa sera faccio un’eccezione. Dimentico quello che non va e mi concentro sulla casa e sul menù. Indecisa sul daffarsi, ho optato per un buffet, meno formale della cena. Ecco cosa ho previsto per stasera: insalata di surimi, guacamole e tortillas, torta salata di melanzane e pancetta, torta salata di funghi e formaggio, e per concludere pasticcini. A parte i pasticcini tutto il resto lo preparerò questo pomeriggio.

Kokeicha cuoca provetta!