Tutto cambia, nulla resta immutato. Anche quando sembra di vivere un momento di stasi, e ogni cosa pare ostinatamente rifiutarsi di seguire il tempo che passa.

Tutto cambia. E finalmente dopo tanta attesa mi ritrovo alla vigilia del mio nuovo trasferimento. Conquisto dopo tanti sforzi il lavoro che aspettavo, un nuovo spazio tutto per me, una nuova città. Una nuova vita.

Domani inizia il trasloco. Nonostante sia abituata a “lasciare” c’è in me tanta emozione al solo pensiero di questa nuova avventura.

Un nuovo capitolo della mia vita sta per cominciare.

Annunci

Summer was gone © gpstrider.deviantart.com

Summer was gone (detail) © gpstrider.deviantart.com

E intanto il tempo passa, tutto cambia, nulla è più uguale a se stesso. Ciò che ieri conoscevo a menadito, oggi ha già mutato forma. Non resta neanche più la nostalgia. Anch’io sono cambiata. Cosa resta della me di ieri? Ancora non so rispondere… Eppure mi par di vedere una bimbetta con le code, gli occhioni spalancati per contemplare meglio questo mondo, le ginocchia sbucciate cadendo dal motorino del papà. Cosa resta di quella me? E ancora mi sembra di vedere una ragazzina introversa, eccessivamente sensibile, speranzosa di trovare sulla via il suo principe azzurro, quello che guardandola negli occhi avrebbe capito e avrebbe saputo… Cosa resta di quella me? E se cerco ancora scorgo la giovane donna aperta al mondo e all’amore, quella che credeva bastasse desiderarle intensamente, le cose, perché accadessero. Cosa resta di quella me?

Non so, forse nulla, forse tutto. O forse solo la memoria di colei che fui…