L’occhiolino di un’amica. Un panino in riva al mare. Una poesia declamata in pubblico. Un biglietto aereo verso l’ignoto. Le risate con gli amici. Il profumo dei biscotti appena tolti dal forno. Un bacio inaspettato. Una stella cadente. Un cesto di fichi. Una chiacchierata sul cinema. Un ti amo speciale. Un tè profumato. Una fiera cittadina. La telefonata di un’amica. Un libro in prestito. Un pranzo di famiglia. Una canzone rock. Una passeggiata notturna a piedi nudi sulla sabbia. Un bicchiere di vino bianco in ristorante. Una gita al mare. Le fusa di un gatto. Una passeggiata a Venezia. Un biglietto d’amore. L’incontro con uno scrittore. Una pizza con gli amiche. Una corsa con il cane. Un film visto in due. L’arrivederci in aeroporto. Il ritrovarsi in aeroporto. Uno sguardo intenso. La complicità di una madre. L’abbraccio di una bimba. Le coccole in pineta. I racconti degli amici. Un anello al dito. Un vasetto di pesto fatto in casa. Un costume giallo.

*

Moments di Will Hoffman (Radiolab)

*

Perché la vità non è altro che l’insieme di momenti più o meno speciali che, come tante istantanee impresse nella nostra memoria, scoloriscono col passare del tempo…

old man © JanaDillo

L'insostenibile pesantezza dell'essere – Old man © JanaDillo

Le trame si imbrogliano in maniera complicata, ultimamente, e mi ritrovo a sognare l’impensabile, desiderare l’irraggiungibile solo per sfuggire all’insostenibile pesantezza dell’essere. Alle volte vorrei proprio sentirmi leggera, almeno per un po’, almeno per un tempo, anche breve, giusto lieve, per fluttuare un po’.

Alla fine il peso sembra farsi compagno e avanziamo insieme, bizzarra combriccola.

Listening to : Seven Years by Norah Jones @ascolta@